Domande Frequenti

Lo psicologo ha la laurea in Psicologia, ha superato l’Esame di Stato ed è iscritto all’Ordine degli Psicologi della propria regione.

Lo psicoterapeuta è uno psicologo o un medico specializzato in psicoterapia. Significa che dopo la laurea ha studiato altri quattro anni in una delle scuole di specializzazione riconosciute dal Miur.

Lo psicoanalista è uno psicoterapeuta che si è specializzato in una scuola di psicoterapia a orientamento psicoanalitico e che lavora seguendo questo approccio. 

Lo psichiatra è un medico specializzato in psichiatria. A differenza dello psicologo, può prescrivere farmaci.

Dipende. Non è possibile stabilire in anticipo la durata del percorso, che dipende da vari fattori. La risposta più giusta sarebbe che dura il tempo necessario, perchè ogni persona e ogni situazione è diversa e richiede modi e tempi diversi.

Sì. Per essere un buon terapeuta, oltre a una solida formazione, allo studio continuo e all’esperienza, è necessario aver fatto un percorso personale serio e approfondito. 

Sì. La mia prima specializzazione in Psicoterapia familiare e relazionale comprendeva una formazione sulle dinamiche di coppia.

Successivamente ho studiato per quattro anni Psicoanalisi della coppia e della Famiglia, ed è l’approccio che seguo tuttora.

Se entrambi i genitori hanno la potestà genitoriale, sì. Lo psicologo o psicoterapeuta, per poter erogare prestazioni professionali a minorenni, deve ottenere l’autorizzazione scritta di chi esercita la potestà genitoriale. L’autorizzazione si esprime attraverso l’accettazione e la firma del modulo di consenso informato.